Turno infrasettimanale per l’Academy che sfida la De’ Longhi Treviso, terza forza del campionato. Palla a due ore 20:30, diretta tv nella Club House di Viale Bonaria 33

L’analisi dell’avversaria. A Treviso nulla è stato lasciato al caso per provare l’assalto alla massima serie che manca ormai dalla stagione 2011-12. Uno dei colpi da novanta della società è sicuramente l’ingaggio di coach Max Menetti, che in estate ha lasciato Reggio Emilia dopo 7 stagioni. La De’ Longhi è reduce dalla sconfitta sul campo della Fortitudo Bologna e attualmente occupa la terza piazza nel girone. Rispetto alla gara di andata non fa più parte del roster il playmaker statunitense Malik Wayns, che non ha convinto pienamente anche a causa di alcuni problemi fisici. Non ancora individuato il sostituito di Wayns, occhi puntati quindi sull’unico statunitense a disposizione: la guardia Demontez Burnett, atleta di grande impatto fisico in grado di giocare anche da ala piccola, scorer di razza uscito dall’Università di Davenport e alla terza stagione europea, produce oltre 14 punti di media a partita. Lo starting five è composto dalla pattuglia italiana capitanata dal playmaker scuola Virtus Bologna Michele Imbrò, Eric Lombardi, capace di ricoprire entrambi gli spot di ala, è il perfetto collante tra piccoli e lunghi, Michele Antonutti leader della squadra, giocatore di grande esperienza e chiave tattica importantissima dei biancoverdi. Il totem sotto canestro è Amedeo Tessitori, che sembra aver trovato la sua dimensione perfetta in A2 grazie alla sua prestanza fisica e un ottimo bagaglio tecnico. Non sarà a disposizione il lungodegente Giovanni Tomassini, altro colpo del mercato estivo fermo ai box per la rottura del crociato rimediato durante gli ultimi playoff promozione con la maglia di Casale Monferrato e che sfortunatamente dovrà tornare sotto i ferri non avendo risolto del tutto i problemi al ginocchio e che ha rimandato alla prossima stagione l’esordio in maglia Treviso. Dalla panchina si alzano il play-guardia Lorenzo Uglietti, specialista difensivo che porta energia e carattere, la guardia-ala Davide Alviti ottimo tiratore da tre punti e molto pericoloso quando va in ritmo, il lungo ex Fortitudo Bologna Matteo Chillo, giocatore capace di aprire il campo e arma tattica capace di giocare anche da numero 5. Completano le rotazioni di coach Menetti Simome Barbante e Alvise Sarto.

 

Cagliari, 30 gennaio 2019

Hertz Dinamo Academy