I rosso-blu si arrendono a Siena per 85 a 83

PASTA CELLINO CAGLIARI  83

SOUNDREEF SIENA 85

(20- 23, 41- 41, 67- 59)

 

PASTA CELLINO CAGLIARI: Ibba ne, Keene 14, Allegretti 8, Turel 7, Rullo 13, Ebeling 4, Matrone 2, Bucarelli 7, Stephens 19, Rovatti 9, Angius ne.  All. Paolini

SOUNDREEF SIENA: Ebanks 5, Casella 5, Borsato 6, Vildera 4, Simonovic 4, Sandri 21, Saccaggi 10, Ceccarelli ne, Lestini 6, Lurini ne, Kyzlink 24. All. Mecacci.

 

Arbitri: Bartoli, Maschietto, Puccini

 

Sconfitta nel finale per la Pasta Cellino che sciupa tre punti di vantaggio a 30 secondi dalla sirena e si arrende alla Soundreef Siena per 85 a 83.

 

LA CRONACA

 

L’inizio è favorevole agli ospiti che con le bombe di Sandri e di un ottimo Kyzlink prendono il comando del match sul 10 a 6. Cagliari cerca di reagire con il contributo di Stephens, ma i toscani, grazie a Borsato, chiudono la prima frazione avanti per 23 a 20.

L’avvio di secondo quarto è ancora positivo per la Mens Sana che con due triple di Lestini vola sul +9 (29 a 20). Da quel momento il match cambia radicalmente. I rosso-blu alzano il ritmo della sfida, trovano due fiammate di Rullo e, con uno Stephens sempre consistente nel pitturato, allungano sul 41 a 35. I toscani non mollano e con un break di 6 a 0 firmato Sandri impattano sul 41 a 41 dell’intervallo.

Il terzo periodo è totalmente favorevole ai padroni di casa che con i punti di Keene e l’ottimo impatto di Rovatti si portano fino a +11 nonostante un paio di errori in contropiede. La Soundreef ne approfitta e si avvicina sul -8 (67 a 59) a 10 minuti dal termine della partita.

La quarta frazione si apre con una bomba di Allegretti per il nuovo +11 Pasta Cellino. Siena però si schiera a zona 3-2, blocca l’attacco dei cagliaritani e rosicchia punto su punto fino a sorpassare con una bomba di Kyzlink. I rosso-blu reagiscono e con Keene e Rullo, e un ottimo Rovatti in difesa, tornano sul +3 a 30 secondi dalla fine. Kyzlink insacca subito la bomba della parità a quota 81, ma sono i liberi di Saccaggi e un dubbio antisportivo fischiato a Stephens che chiudono la gara regalando a Siena la vittoria per 85 a 83.